Notizie

CITTADINANZA RUTGERS disponibili sul RU-WAKE UP TV RUTGERS

19 Aprile 2012 - nessun commento. Posted by in Cittadinanza Rutgers , Notizie .

Anastasia Mann, direttore del EPID, ha parlato durante un colloquio di cittadinanza Rutgers il 19 aprile 2012 sul Wake Up RU TV programma di Rutgers.

Intervista avviene 12:45 minuti dentro

Nota: Se il video non funziona, si prega di andare a http://rutv.rutgers.edu/programming-channels/wake-rutgers e trovare il 19 aprile, 2012 video.

Visitando sacerdote messicano racconta Rutgers studenti sui pericoli che corre giovani migranti

27 feb 2012 - nessun commento. Posted by in Notizie .

IMG_0310

Nella foto (da S a R) sono Tim Shenk (interprete), Amelia (volontario con Hermanos en el Camino), Padre Alejandro Solalinde (sacerdote cattolico e fondatore di Hermanos en el Camino), Janice Fine (Professore Associato, Lavoro e Formazione e Facoltà Direttore, EPID), Miller e Giacinto (Research Associate, EPID).

Giovedi ', 16 febbraio EPID e partner ospitato Padre Alejandro Solalinde, un prete cattolico che lavora a Ciudad Ixtepec Messico. Padre Alejandro è in visita negli Stati Uniti per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla condizione dei migranti provenienti dall'America Latina. Secondo il Comitato Nazionale per i diritti umani del Messico (CNDH) oltre 11.000 migranti sono stati rapiti in Messico in un periodo di sei mesi nel 2010.


Padre Alejandro Solalinde

Padre Alejandro Solalinde prende una domanda dal pubblico



Padre Alejandro stabilito Hermanos en el Camino (Brothers sul Sentiero), uno di una rete di organizzazioni non-profit che fornisce santuario centrale migranti americani, molti di Guatemala e Honduras, in rotta verso gli Stati Uniti. In Hermanos en el Camino migranti ricevono vestiti, medicine e cibo. I membri del personale documentano anche i nomi degli altri viaggiatori e quelle dei loro familiari. In questo modo, quando i migranti scompaiono, le loro famiglie può essere contattato. Padre Alejandro descritto come adolescenti migranti fanno il viaggio verso il Nord spesso vittime di torture, stupri, lavori forzati e rapimento. La maggioranza non è mai, ha detto, arrivano a destinazione.

In un momento molto toccante, una donna di El Salvador condiviso un account personale che rafforzato il messaggio del Padre riguardo il volto pericoli migranti. Il residente New Brunswick descritte le circostanze della scomparsa di suo fratello di 22 anni di età. Contattato due anni fa da rapitori che pretendevano di migliaia di dollari di riscatto per il suo ritorno, ha inviato una cifra iniziale di 2.000. Visto l'ultima volta in Chiapas, suo fratello rimane mancante. Ha fatto eco gli altri nel ringraziare Padre Alejandro per il suo lavoro e ha detto che rimane la speranza che un giorno sarà riunita con suo fratello.


Gli studenti del Centro di Educazione Lavoro ascolto di Padre Alejandro Solalinde di Hermanos en el Camino, un'autorità in materia di violazioni dei diritti umani nel sud del Messico

Circa 350 studenti dei professori Janice Fine (Labor Studies) Peter Guarnaccia (Istituto per la salute, politica sanitaria e ricerca sull'invecchiamento), Rocío Magaña (Antropologia), David Bensman (SMLR) e Anahi Russo (WGS) hanno partecipato alla conversazione, che si è tenuto presso la Rutgers Labor Center.

Letture consigliate:
Per saperne di più su Padre Alejandro Solalinde e il suo lavoro, si veda:
Inglese: http://www.amnesty.ca/atrisk/index.php/father-alejandro-solalinde/
Spagnolo: http://www.es.amnesty.org/actua/acciones/mexico-padre-solalinde-peligro/

Programma Eagleton sull'immigrazione e la democrazia ospita programmi periodici come questo.

Per ricevere informazioni sui prossimi eventi, iscriviti seguire il nostro feed RSS .

EXTRA, EXTRA!

20 gennaio 2012 - nessun commento. Posted by in Notizie .


13 dicembre 2011
Il libro del New York Times Style Gocce uso del termine "clandestini" per descrivere Immigrati senza status legale.

Op-Ed columnist Bill Keller ha risposto ai commenti collegati all'uso di uso del NYT del termine "clandestini". Keller ha annunciato il cambiamento dopo le lettere versato in offese da parte dei lettori. Uno scambio con Phil B. Corbett che supervisiona le questioni linguistiche per la redazione seguito.

I lettori in tutto il paese si era opposto all'uso del termine. Secondo il professor Michael A. Olivas della legge Houston Center, uno dei maggiori esperti nazionali in materia di legge sull'immigrazione che condividevano le sue opinioni con Keller, "il linguaggio usato in questo discorso conta, e la gente non può essere illegale. Le loro azioni possono essere, o le azioni dei loro genitori possono essere, ma non può essere illegale. ["Illegali"] non è giustificato in alcun modo degli usi criminologica, linguistica o culturale del termine. "

Un link al blog di Keller presso il New York Times spiegando il motivo del cambiamento, è qui .

Prossimi Eventi

  1. Aprile
    30
    Lun

    1. Immigration Law Corso di Formazione
Visualizza Calendar »

Traduttore

Contattaci